fbpx
Blog

Portare Fido in gelateria? Impensabile fino a poco tempo fa!

Il cane sbava (e in gelateria ancor di più), puzza e con le zampe infangate sporca il pavimento. Ma il cane è un animale senziente che vuole condividere ogni esperienza col suo capo branco. Se poi il suo capo branco è goloso… l’esperienza da condividere a sei zampe potrebbe essere quasi mistica.

L’umano d’altronde non vuole rinunciare a una pausa golosa al termine della passeggiata col proprio fedele amico.

Come risolvere il problema? Ma diventare una gelateria pet-friendly, semplice!

Nella gelateria creativa di Legnano i cani sono ammessi siano questi di qualsiasi taglia: XS, S, M, L, XL, a pelo lungo e a pelo corto, di razza o meticci.

Da Vanilla tutti i quattro zampe sono benvenuti con tante coccole e qualche attenzione in più come una bella ciotola d’acqua fresca e magari un biscottino in omaggio.

Ovviamente i bipedi dovranno essere bravissimi ancora più dei loro pet. Innanzitutto devono aver creato dei cani educati con l’educazione di base: fermo, seduto, resta. Ordini chiari, autorevoli e coerenti. Sulla bava invece c’è poco da fare: i gelati di Vanilla Gelateria sono talmente buoni che fanno venire l’acquolina in bocca anche agli umani.

Ma la cosa più complicata per tutti i possessori dei quattro zampe che si recano nella gelateria pet-friendly è destreggiarsi tra guinzaglio e cono o guinzaglio e coppetta.

Fare lo scontrino e mettere via subito il portafogli con Fido al guinzaglio è abbastanza facile; scegliere il gusto del gelato col timing incorporato perché dietro c’è la coda e badare contemporaneamente al proprio pet, è già meno facile. Il difficile arriva quando si prende in mano il cono o la coppetta da passeggio con la mano destra e si tiene Fido al guinzaglio con la mano sinistra. E si è da soli! Il rischio di fare un bis perché il cono o la coppetta rischiano di volare a terra, sappiatelo, è molto alto!

“Piano… non tirare… girati… attento…” Ma il quadrupede ovviamente non capisce i comandi vocali. E allora bisogna agguantare al volo e velocemente l’uscita, magari facendo lo slalom tra gli altri avventori. Guadagnata l’uscita, sperando che le porte a vetri siano automatiche, ecco che arriva un mega sospiro di sollievo accompagnato contemporaneamente da una leccata di baffi e da uno sguardo implorante.

Fuori dalla gelateria l’umano cerca un posticino un po’ isolato dove gustare il suo gelato da passeggio portandosi dietro uno sguardo implorante appiccicato che a volte può diventare insostenibile. Ma di questo, e di come il problema verrà risolto, la gelateria pet-friendly non ha responsabilità dirette.

Al team di Vanilla piace vedere queste strane coppie e se il cane ha sbavato e infangato un po’ il pavimento con le zampe, niente paura, perché nella gelateria pet-friendly di Legnano l’igiene e la pulizia sono al primo posto

E se i quattro zampe in gelateria sono due? Il bon-ton prevede che una coppia attenda pazientemente fuori.

E se il vostro amore per gli animali non si esaurisce nel coccolare il vostro amico peloso e, oltre ad essere golosi, avete fatto scelte di vita consapevoli e rispettose dell’ambiente? Niente paura, perché alla gelateria Vanilla potete trovare un gelato in linea con le vostre idee: il gelato vegano!

Un gelato che non avendo ingredienti di origine animali usati nella sua preparazione soddisfa comunque il gusto e al tempo stesso rispetta le scelte consapevoli di chi ama gli animali al 100%.